via A.Diaz 19, 34124 TRIESTE, tel. (+39) 040304669, e-mail:



TRIESTE AUSTRO-UNGARICA
Marce popolari triestine
CD 05  

Ogni venerdì sera la banda militare austriaca, seguita da un codazzo di gente, accompagnava la truppa ai comandi militari della città dove avveniva il cambio della guardia. A tempo di marcia attraversava il centro tra due file di soldati che reggevano dei fanali in cima a delle lunghe aste per rischiarare gli spartiti ai suonatori. La grancassa era adagiata su un carretto trainato da un cavallino! La banda fu diretta anche da Franz Lehàr il quale dedicò alla nostra città una marcia basata su motivi locali e intitolata "Sangue triestin". La composizione è inserita in questo CD tra altre marce triestine suonate da una grande banda. C'è anche l'inno austriaco di Haydn "Serbi Dio l'Austriaco Regno" cantato in italiano.

Alte Kameraden - Andemo a Servola - Blangèmose a la Colonia america¬na - Chi xe colpa del mio mal? - Ciribiribin - Comare, che bora - Come la marcia ben - De Trieste fin a Zara - Demoghèla - Dove xe la mia Rosina? - El tran de Opcina - Essa mi pare una testa imbecile - Gobo, sentite! - In mezo al mare - In zavate, capei de paia - Inno austriaco "Serbi Dio l'Austriaco Regno" - La banda la vien - La ga i cavei taiadi a la rotonda - La mula rossa - La società dei celibi - Le galine tute mate - La marcia dei porchi - Molighe '1 fil, che '1 svoli - No go le ciave del porton - Per aspera ad astra - Ragaze pute - Sangue triestin - Se le guardie no voi che cantemo - Sì, si, Trieste - Sior Popel - Teresa - Ti col mus, mi col tran - Trieste nova - Viva San Giusto - Viva Trieste - Voio far la sessolota

BANDA DIRETTA DA MIHAEL GUNZEK

VOSE DE TRIESTE AUSTRIACA
Incisioni degli inizi del secolo
CD 07  

Questo CD contiene vecchie incisioni effettuate agli inizi del secolo. Il tempo di inserirlo nel lettore e, come per incanto, ecco risuonare le voci di autentiche sessolote, di veri pescatori e braccianti, di marinai e militari triestini austro-ungarici. Ci sono anche i ragazzi della Cappella Civica di San Giusto e c'è il comico Alberto Catalan che canta alcune canzoni triestine d'autore. Si possono udire le bande austro-ungariche che suonano marce triestine, il cambio della guardia e persino la voce di Francesco Giuseppe.

Ara che cana - Blangèmose a la Colonia americana - Brava la sessolota - Ciribiribin - Ciribiribin, che adesso el vien - De soto de la flaida - Dove xe la mia Rosina - E chi sarà che pianzi - E su per 'sti scalini - El mio putelo fa - Feghe un buso - Fiakerlied (La mula Oci-de-sepa) - Fiocca la neve - Francesco Giuseppe: augurio - Guarda che bela machina - In mezo al mar ghe xe un camin che fuma - In mezo al mare - Inno austriaco "Serbi Dio l'Austriaco Regno" - La bora - La dormiva - La mia mula - La nuova Bora - La passion - La pastorella - La vien giù dal montiselo - Lena, la bela Lena - Marna mia, go visto l'orso - Me devo maridar - Nina mia, son barcarolo - No go le ciave del porton - No te vedi che l'albero pende - Noi siamo i tre re - Quando i noi deventa grandi - Quando il mare fa burasca - Quando soldà son fato - Quei de la cana - Salata bionda e riza - Se mi volevi bene - Se militar son fato - Si afresca il vento - Son babà, son de Rena - Tace il vento - Tu sei ninfa - Voio far la limonerà - Wien bleibt Wien (Molighe'l fil che'l svoli)

ALBERTO CATALAN - LIMONERE E SESSOLOTE -
MARINAI E MILITARI TRIESTINI A.U. - ecc.

MARCE DELLA MARINA AUSTRO-UNGARICA
CD 35  

Marce della marina austro-ungarica.

Spaun-Marsch - Tegetthoff-Marsch (A.Rosenkranz) - Marine_marsch - Adria-Marsch - Ein Hoch der Kriegsmarine! - Admiral Bourguignog-Marsch - Unter der Admiralsflagge-Marsch - Tegetthoff-Siegesmarsch - Novara-Marsch - Sterneck-Marsch - Tegethoff-Marsch (K.Modelak) - Admiral-Marsch - Österreichischer Flottenvereins-Marsch - Lovčen-Marsch

BANDA "SAN PAOLINO" - Aquileia
Maestro: Flavio SGUBIN

BIANCA E ROSSA LA NOSTRA BANDIERA
Marce dei soldati triestini
al servizio de l'Imperator
CD 33  

Un pezzo di storia musicale della nostra città ci viene offerto dalla banda dell'Oratorio Salesiano. Sono le marce dei soldati triestini al servizio dell'Imperatore composte dai Kapellmeisterper varie occasioni non solo militari ma anche d'intrattenimento. L'attività del complesso, iniziata nel 1898, continua tuttora e dalla sua scuola sono usciti molti validi concertisti.

Ricordo di Trieste - Habt Acht Marsch (Sull'attenti) - Inno-Marcia del Reggimento di Fanteria n. 97 - Wien bleibt Wien (Vienna resta Vienna) - Souvenir di Trieste - Mahoritsch Defilier Marsch - Viva Trieste! - Achilles - La Bora - Kober Marsch - Die Neue Bora (La nuova bora) - Banfield Marsch - Bianca e rossa la nostra bandiera

COMPLESSO BANDISTICO DELL'ORATORIO SALESIANO DI TRIESTE
Maestro: SILVIO PIBROVEC

SIDAJA
Musiche popolari dedicate alle genti
che fecero grande Trieste
CD 18  

Nella Trieste "del sì del da del ja" è nato il gruppo che, prendendo il nome dai versi di Carolus Cergoly, propone un repertorio cosmopolita. Le musiche delle varie etnie che si riversarono sul nostro emporio con la proclamazione del Portofranco risuonano colorate e vivaci creando un mosaico di danze balcaniche, czarde ungheresi, motivi nostrani dai ritmi scintillanti.

Pot-pourri di motivi nostrani n. 1 (Mein Vater ein Schuster - Xe storto 'l palazo - Ta stara je bolna - Kadar boš na rajžo šel - Mi e ti co' l'ombrelin de seda - Jaz pa ti pa židana marela - Mi se imamo radi - Ti col mus, mi col tran - Marcia dei porchi) - E son belle le Furlane - Polka di Nikolaj - Polka di Rondella - Kalamatiano - Bitola - Mazurka - Danze ungheresi - Dalla Moravia - Lender (Ländler) - Pot-pourri di motivi popolari balcanici (Makedonsko oro - Šano, dušo - Kolo iz Baranje) - Zwiefacher (Due passi) - Stephanie-Gavotte (Alphons Czibulka 1842-1894) - Pot-pourri di motivi nostrani n. 2 (La mula Oci-de-sepa - Maria, marìdite! - Ta stara gundarca - Kärntner Liedermarsch - Te piasi bigoli co' le luganighe? - Wien bleibt Wien) - Aroiskuk (Attesa)

SIDAJA (L. CHIANDUSSI - F. MINGHINELLI - F. MONICA -
A. KOLLMANN - C. MOSER - O. SERIANI)

SIDAJA
...e tutte le strade portavano a Trieste
CD 26  

Fra i motivi etnici che caratterizzavano le genti della Trieste austro-ungarica troviamo melodie pugliesi, canti dei coscritti, canzoni viennesi, turche, ebraiche. I virtuosi del gruppo Sidaja, eclettici nello stile, ripropongono lo splendore di queste musiche con tutto l'estro ritmico dei propri arrangiamenti.

Mazurka di Gianni - Pot-pourri di canzoni dei coscritti e dei richiamati (E chi sarà che pianzi? - Se militar son fato - Quando soldà son fato - Wir ziehen über die Strassen - Oj, ta soudaški boben - La vita del soldà) - Holz auf Stroh - Mei' Muatterl war a Wienerin, drum hab' i Wien so gern! - Danze greche (Samiòtissa - Yerakina) - Kâtibim - Tziribam - Csarda - Leggenda valacca (G. Braga) - Joc - Marinaresca - Marcia di Noè

SIDAJA (L. CHIANDUSSI - F. MINGHINELLI -
V. ROSSI - A. KOLLMANN - R. GOBESSI)

FANTASIA TRIESTINA
Gemme musicali dell'Ottocento
CD 17  

Ecco le musiche che allietavano i caffè, le sale da ballo, le sale di lettura slovene, le case cittadine più di cent'anni fa, nella seconda metà dell'Ottocento, quando non c'erano né radio né televisione né diselli né cinematografi. Polke, mazurke, melodie variate, graziose marcette dopo aver dormito a lungo, dimenticate da tutti, nelle soffitte in vecchi bauli polverosi, si ritrovano all'improvviso su dischi compact del 2000, fresche e scintillanti come un tempo, simili a fanciulle delicate, appena svegliate dal bacio magico del loro principe azzurro.

Marcia in do magg. (F.S. Tomicich) - Emma (D. Jurdani) - A volo d'uccello (G. Mazza) - Capriccio (G. Franovich) - Polka-mazurka (M. della Rovere) - II sonno del fanciullo (L. de Lille) - Intermezzo dall'opera "Xenia" (V. Parma) - V domačem krogu (In famiglia) (H. Volarič) - Notturno (A. Aloysio) - Marcia in re magg. (F.S. Tomicich) - Melodia variata (M. Milella) - Polka (J. Rousselot) - Zvezdica (La stellina) (H. Volarič)

A. ROJC, pianoforte
E. MEOLA, flauto
A. KOZINA, violino

PRI NAS NA KRASU
DA NOI SUL CARSO
Marce e canzoni popolari slovene
CD 14 MC PC 14-4

Il complesso bandistico di Trebiciano, costituito nel lontano 1913, più di un anno prima dello scoppio della prima guerra mondiale e intitolato al compositore triestino Viktor Parma, il fondatore dell'opera nazionale slovena, suona in modo impeccabile, sotto la sapiente direzione del provetto maestro Leander Pegan, una serie di oltre 50 piacevoli melodie tradizionali slovene diffuse sul Carso triestino. Il CD comprende pure alcune marce di autori sloveni tra cui "Mladi vojaki" (I giovani soldati) composta dal Parma nel 1900.

Mladi vojaki - Daj, daj, srček nazaj! - Le sekaj, sekaj smrečico! - Še kikl'co predala boni - Zaplula je barčica moja - Zvedel sem nekaj novega - Ob bistrem potoku - Moj fantič je na T'rolsko vandral - Kol'kor kapljic, tol'ko let! - Oj, lepo je res na deželi! - Odpiraj, dekle, kamrico! - Stirje fantje špilajo - Hribčki, ponizajte se! - Kaj pa ti piskaš? - Rasla je jelka - Sem se oženil, se kesam - Jupajdi, jupajda - Sem mislil s'noči v vas iti - Nekdaj v starih časih - Po lojtr'ci gor - Bodi zdrava, domovina! - Kadar boš na rajžo šel - Pri farni cerkvici...

COMPLESSO BANDISTICO "VIKTOR PARMA"
Maestro: LEANDER PEGAN

VESELE BUÈDMUE, FANTE!
ALLEGRI, RAGAZZI!
Canzoni e balli popolari sloveni
del territorio di Trieste
CD 16 MC PC 16-4

Una scelta di canzoni del repertorio musicale sloveno del territorio di Trieste, di Barcola, Servola, Caresana, Aurisina, risalenti prevalentemente al secolo scorso ed eseguite nel dialetto originale del rione o del paese cui appartengono. C'è anche una canzone militare di quando era di moda fiutare tabacco da naso e un'altra del tempo dei Francesi. Fra i canti sono inserite alcune danze popolari solo suonate, diffuse in tutto il territorio ed eseguite da armonica, chitarra e contrabbasso: un settepassi, un Ländler, un valzer e una polka.

Venček barkovljanskih - Uət Sliunega du Križa - Nezvesta lebjezən - Polka - Kej se je zmislo naš cesar, naš kral? - Najlepše so Micke gorjanke - Lepšega cajta na svete ga ni - Lender - Zgeblena lebjez!n - U Ləblan' na lepem plac' - Lepa Njəža u s!m!nj gri! - Peščauka - Venček narodnih - Zə slovu - Lahki valček - Vesele buədmuə, fante

COMPLESSO VOCALE-STRUMENTALE "ANO UR'CO AL'PEJ DVEJ"
(M. FABRIS - N. FABRIS - B. KOŠUTA - I. KOŠUTA -
Z. LUPINC - T. MOŽINA - A. IPAVEC)

V OKOLICI TRŽAŠKI
NEI DINTORNI DI TRIESTE
Canzoni e balli popolari sloveni
del territorio di Trieste
CD 23  

Oltre a canzoni slovene d'autore nate a Trieste agli inizi del Novecento, il CD contiene anche una ricca scelta di motivi autenticamente popolari: alcuni trattano il tema del vino, uno veniva cantato dalle reclute, altri ancora hanno un tono scherzoso, ma per lo più sono serenate e canzoni d'amore. Completano il programma due musiche da ballo.

V okolici tržaški - Milica - Lahko je zate duša - Stu ledi - Temna noč - Če me lučka pogori - Sijaj mi sončece! - Uošterica Ljena - Vsi z nami du Šonika - Nej pije žaba u luži - Lender - Komar se je uəženo - Na ganku - Ko nekedaj pò godzu - Nocoj pa, oh, nocoj - Venite rož'ce moje - Polka - Brez spanja - Ta stara je umrla - Žeja - Kaj nam pa morejo? - Mandole ku-ku - Ta stara gunderca - Treba ni - Tri taužent brvinco - Karlinca je štemana - Tramvaj uopənske

COMPLESSO VOCALE-STRUMENTALE "ANO UR'CO AL'PEJ DVEJ"
(M. FABRIS - S. JABLANŠČEK - B. KOŠUTA - I. KOŠUTA -
Z. LUPINC - T. MOŽINA - A. IPAVEC)

BILI SO STARI ČASI
AI VECCHI TEMPI
Canzoni e balli popolari sloveni
del territorio di Trieste
CD 34  

Ai primi del Novecento le varie associazioni culturali slovene di Trieste organizzavano regolarmente balli che avevano luogo nei vari rioni cittadini e nei paesi del circondario. In tali occasioni venivano presentate nuove canzoni; molte di queste sono diventate parte del folklore e si cantano tuttora pure in Slovenia. Il CD contiene tra l'altro un antico canto di questua dì S. Croce ed uno scherzoso sui paesani di S. Servolo.

Bili so stari časi - Moja ma ti ubuəga reva - Naša mate čuha kafe - Uona neče pet kafe - Ljub'ca moja, kaj si st'rila - So čudne Socerblane - Prišel je ciganček - Sirota jaz okrog blodim - Bežimo, tecimo - Venček tržaških (valčki) - Oko - Ne bom jo nosil - Si lejp, si lejp - Ljub'ca moja - Venček tržaških (polke) - Zakaj imaš solze oči? - Moja dekle je še mlada - Tvoje oči - Kriška koledniska - Zaplula je barčica moja

COMPLESSO VOCALE-STRUMENTALE "ANO UR'CO AL'PEJ DVEJ"
(M. FABRIS - S. JABLANŠČEK - B. KOŠUTA -
I. KOŠUTA - I. ZOBIN - T.MOŽINA - P.KUK)

OD TRSTA DO TRIGLAVA
Canzoni popolari slovene
CD 11 MC PC 11-4

40 canzoni dei Triestini sloveni suonate con l'armonica diatonica. Le canzoni popolari dei Triestini sloveni sono in gran parte quelle diffuse in tutta la Slovenia. La musica è di stampo prettamente alpino, alcuni motivi però appartengono ad una più vasta area europea o mediterranea mentre altri, risalenti al secolo scorso, quando i giovani sloveni prestavano il servizio militare nei reparti dell'esercito austriaco dislocati nel Lombardo-Veneto, derivano dal folclore italiano. Da notare che dal folclore sloveno traggono origine diversi canti popolari, taluni anche molto noti, in dialetto triestino veneto.

Barčica po morju plava - Če študent na rajžo gre - Dekle, zakaj tajiš? - Fantje pò polj' gredo - Hiš'ca ob cest' stoji - Jaz pa pojdem na Gorenjsko - Jaz pa sem si nekaj zmislil - Jaz pa ti pa židana marela - Je bela cesta uglajena - Kadar boš na rajžo šel - Kaj ti je, deklica? - Kol'kor kapljic, tol'ko let - Le pijmo, pijmo, pijmo! - Le sekaj, sekaj smrečico - Lisička je prav zvita zver - Ljub'ca moja - Mi se imamo radi - Mi smo mi - Moj fantič je na T'rolsko vandral - Moj očka ima konjička dva - Moja dekle je še mlada - Na planin'cah sončece sije - Naša mati čuha kafe - Ob bistrem potoku - Po Koroškem, po Kranjskem - Pojdem na Štajersko - Pojdem v rute - Regiment pò cesti gre - Rompompom - Še kikl'co prodala bom - Sem deklica mlada, vesela - Slovenci! - Stu ledi - Tarn dol' na ravnem polju - Terezinka - Tri tavžent brvinco - Triglav - Uet Sliunega du Križa - Zaplula je barčica moja - Zvedel sem nekaj novega

DENIS NOVATO EI SUOI AMICI
(I. PODPEČAN - J. KRAL - R. POČKAR - M. MASTNAK)

A LA SALUTE DEI NOSTRI PADRI
Canzoni popolari triestine
CD 09 MC PC 09-4

Le più belle canzoni popolari triestine suonate dal virtuoso d'armonica diatonica Denis Novato con accompagnamento di chitarra, armoniche a bocca e bombardino. / L'armonica diatonica è stata a Trieste, sino agli anni Venti, uno strumento assai popolare grazie all'inventiva del produttore triestino Angelo Ploner che seppe renderla pratica, economica e soprattutto adatta a suonare motivi nostrani. / Denis Novato, campione del mondo d'armonica diatonica, pure lui triestino, si è esibito in numerosi paesi europei, in Australia, Canada e negli Stati Uniti, ru¬bando il cuore di milioni di persone incantate dallo strumento e dalla bravura dell'artista.

A la salute dei nostri padri - Andemo a San Giovani - Bionda, petenite - Caro bebé - Ciola, ciola, Pepi - Ciribiribin - Come la marcia ben - De Trieste fin a Zara - E chi che toca la mia morosa - E no la me voi più ben - El Coroneo - El cucù - El tran de Opcina - Gobo, sentite - Guarda la luna - La ga i cavei taiadi a la rotonda - La mia marna me ga dito - La mula rossa - La società dei celibi - La strada ferata - La Svizera - Le galine tute mare - Magari col monopatino - Marcia dei porchi - Marinaresca - Mi e ti co' l'ombrelin de seda - Mikez e Jakez - Mule de Jute - No go le ciave del porton - Pei debiti no i ne impica - Se le guardie no voi che cantemo - Se savessi Giovanin - Se vivo cent'ani - Te piasi bigoli co' le luganighe? - Ti col mus, mi col tran - Voio far la sessolota - Wien bleibt Wien (Molighe 'l fil, che 'l svoli)

DENIS NOVATO EI SUOI AMICI
(I. PODPEČAN - J. KRAL - R. POČKAR - M. MASTNAK)

IN MEZO AL MAR
Canzoni popolari triestine
CD 19  

Per gli amanti del folclore triestino, Denis Novato, virtuoso e campione mondiale di armonica diatonica, presenta i suoi originali arrangiamenti di motivi popolari nostrani che dimostrano la sua eccezionale versatilità. All'esecuzione brillante aggiunge il tocco del suo humour personale e il brio irresistibile delle sagre paesane.

La mula de Parenzo - Te piasi bigoli? - La banda la vien - La ga i oceti neri - In zavate, capei de paia - El mio capei ga tre busi - Va a l'ombra, Nineta - Quei de la cana - Dopo tanti giuramenti - Quando i fioi deventa grandi - Vuoi che ti compri - In mezo al mare - Pace non voglio fare - No volemo caligheri - A lavorar no vado - Val più un bicer de dalmato - La mia bela se ciama Sofia - La vita del soldà - Tre marineri - Aiuto, compare, me nego - Sior Popel - Dove xe la mia Rosina - O mein lieber Augustin - Antonio Freno

DENIS NOVATO E I SUOI AMICI
(I. PODPEČAN - M. OREŠAR)

O DU MEIN ÖSTERREICH
Marce e canzoni popolari austriache
CD 15 MC PC 15-4

Vecchie marce austro-ungariche famose in tutto il mondo, canzoni da birreria, motivi dei boscaioli austriaci, il tutto eseguito da artisti affermati, da musicisti insuperabili. Un CD concepito e voluto per soddisfare numerose richieste, un best-seller della serie Pioneer. La marcia che gli da il titolo, "O du mein Österreich", è di Franz von Suppé, "il padre dell'operetta viennese". Nativo di Spalato, era spesso dì passaggio a Trieste dove non disdegnava di spassarsela con gli amici nelle osterie di Cittavecchia.

O du mein Österreich - Die lustigen Holzhackerbuam - Ein prosit! - Trink, trink, Brùderlein trink - Rosamunde - O du lieber Augustin - Kuckuckswalzer - Zillertaler Hochzeitsmarsch - Gamsjägermarsch - Schneewalzer - Sternguckerpolka - Kufsteiner Lied - Holterbuammarsch - Ländler - Wien bleibt Wien - Unter dem Doppeladler

DENIS NOVATO E I SUOI AMICI
(I. PODPEČAN - M. OREŠAR)

LAUTARI
Musiche tzigane dell'Est europeo
CD 27  

I "Lautari", musicisti tzigani che si esibiscono per le strade, appartengono alla tradizione austroungarica e sono sempre stati molto popolari a Trieste. Pur provenendo da zone diverse si affiatano subito fra loro e stupiscono per i virtuosismi di cui sono capaci, per il loro repertorio vastissimo e i piacevoli pot-pourri

Ciganska nálada (Sentimento zingaro) - Antica canzone popolare russa - Teme marno adaj nova (Mamma non starò qui) - Pháro mange, pháro (È dura per me!) - Csárdás - Bo me slom chávo romano (Sono uno servo zingaro) - Chajori romani (Ragazze zingare) - Yuliska de Budapest - Hava nagila - Melodia popolare romena - Devia Miro (Mio Signore) - A-moll Csárdás - Slavik (L'usignolo) - Aj ja guju Del (Mio dolce Dio) - Nane oda lavutaris (Non esiste un altro violinista come me) - Lolo bicigli (La bicicletta rossa) - Me tut nakamav bo slal džungalo (Non ti voglio perché sei brutto) - Oči čjornye (Occhi neri) - Podmoskovnye večera (Serate nei dintorni di Mosca)

JURAJ BERKY CIGÁNSKY TRIO
(J. BERKY - T. PEŠKO - F. ZORATTI)

LAUTARI 2
Musiche tzigane
CD 30  

Ritornano i "Lautari" col loro repertorio di musiche da strada che dal patrimonio tzigano si sono allargate ai successi internazionali evergreen e perfino alle melodie da salotto. Le loro elaborazioni a cielo aperto sono sempre molto personali, ricche di fantasia, suggestive nel ritmo e vibranti di passione.

Valuřile dunafii (Donauwellen) - Sous le ciel de Paris - Trink, trink, brùderlein trink - Lara's theme - Les feuilles mortes - Red roses for a blue lady - Brasil - La Paloma - Feelings - Ta pedia tou Pirea - Melodia tzigana francese - Manha de carnaval - Fly me to thè moon - When thè saints go marching in - Auld lang syne - Ljubizino kolo

JURAJ BERKY CIGÁNSKY TRIO
(J. BERKY - T. PEŠKO - F. ZORATTI)

CUORE TZIGANO
Musiche tzigane dell'Est europeo
CD 32  

I tre "figli del vento" di origine slovacca sono di nuovo alla ribalta con la forza trascinante di musiche che provengono non solo dalla loro patria ma anche da altri paesi dell'Est europeo. È un invito alla gioia del ballo, all'allegria delle feste popolari ma non mancano richiami classici come le danze ungheresi di Brahms.

Melodia popolare romena - Brahms: danza ungherese n° 4 - Cigány Ĺubia kone (Gli zingari amano i cavalli) - Andy kočma gélom (Vado in osteria) - So kerena roma? (Cosa fanno gli zingari?) - Užar mri pirany užar (Aspetta mia ragazza, aspetta) - Užar mro grastoro (Aspetta, cavallo mio) - Melodia popolare romena - Dželem dželem (Vado, vado) - Kde som si ja život skazil? (Dove mi sono rovinato la vita?) - Sar me džavá andre kočma (Quando vado in osteria) - Dádo dádo (Padre, padre) - Buba mara (Mara, la grassa) - Melodia popolare romena - Načo pôjdem domou? (Perché vado a casa?) - Červena jablčko (La mela rossa) - Brahms: danze ungheresi n° 1 e n° 5

JURAJ BERKY CIGÁNSKY TRIO
(J. BERKY - T. PEŠKO - J. DEMÈ)

CANTADE DE OSTARIA
Canzoni popolari triestine
CD 01 MC PC 01-4

Tre diversi gruppi vocali, accompagnati da fisarmonica e altri strumenti popolari, eseguono le canzoni triestine più amate, quelle che si cantano in osteria, in gita e, qualche volta, per strada. Molte in tempo di marcia, quasi tutte allegre, sono ispirate al vino, al carnevale, alla bora, ai fatti di cronaca cittadina. Non mancano le canzoni di scherno indirizzate alle donne né quelle militari risalenti al tempo dell'Austria. C'è anche un canto antinazista della seconda guerra mondiale.

A la salute dei nostri padri - Andemo a Servola - Antonio Freno - Bionda, petenite - Carneval, no sta 'ndar via - Che i cicoli, che i ciacoli - Chi no ga bori no ga remission - Chi xe colpa del mio mal - Ciola, ciola, Pepi - Ciribiribin - De Trieste fin a Zara - Demoghèla - E chi che toca la mia morosa - E su per 'sti scalini - El Coroneo - El mio capei ga tre busi - El tran de Opcina - Essa mi pare una testa imbecile - Feghe un buso - In zavate, capei de paia - La bora - La canzon de la guardia - La ga i cavei taiadi a la rotonda - La metamorfosi de Rosina - La mula rossa - La società dei celibi - La Svizera - La vecia de l'apalto - La vita del soldà - Magari col monopatino - Magnaremo suf - Marička, skači - Maschereta, che te giri - Michez e Iachez - Molighe 'l fil, che 'l svoli - No gavemo luce 'letrica - No go le ciave del porton - No la me voi più ben - Oi deriderela - Se le guardie no voi che cantemo - Se mi volevi bene - Sì, sì, Trieste - Staierza - Taulich - Viva Noè - Zinque gradi soto zero

COMPAGNIA DE LA LUGANIGA - CLAPA DEL DOPIO - LA LIMA

LE GALINE TUTE MATE
Canzoni popolari triestine
CD 02  

Echeggiavano i gridi dei gabbiani, lo stridore degli argani, le esclamazioni dei facchini, tonfi di remi, canti di marinai, poi il fischio di una locomotiva, il segnale cupo e prolungato di un bastimento ancorato al largo; e dagli hangar giungeva, ora lieto ora triste, semplice ma toccante, il canto delle "sessolote". Nulla di tutto ciò è rimasto, nel nostro porto, se non lo sciacquio del mare e il gridar dei gabbiani, eppure, ascoltando questo disco, sembra di veder avanzare, avvolta nella nebbia, una scialuppa, dei marinai che vogano cantando, un gruppo di sessolote sorridenti...

A la Madalena - A la matina - A la matina bonora - A lavorar no vado -Aiuto, compare, me nego - Ara che cana - Coragio, tabachine - Dighe de no - Dimelo, dimelo, dimelo - Dopo tanti giuramenti - Dove andaremo stasera dormir - Dove xe la mia Rosina - El cucù - Guarda la luna - In mezo al mar ghe xe un camin che fuma - In mezo al mare - L'anelo che ti ho dato - La ga i oceti neri - La prima fregata - La strada ferata - Le mule de Modiano - Nina mia, son barcaiolo - No volemo caligheri - O mein lieber Augustin - Pace non voglio fare - Quando i noi deventa grandi - Quando el mare fa burasca - Quei de la cana - Quel che xe sta, xe sta - Se a San Marco no i ne voi più - Si afresca il vento - Sior Popel - Soldà de la marina - Te go dito tante volte - Tre marineri - Tuta la goma - Va a l'ombra - Voga e rivoga - Voio far la sessolota

CANZONIERE TRIESTINO - QUINTETTO ROSMARIN -
CORO DI STUDENTI DELL'ISTITUTO NAUTICO DI TRIESTE

LE BABE DE RENA VECIA
Canzoni popolari triestine
CD 06  

Canti dell'antico rione triestino di Rena Vecchia eseguiti da due cantori popolari, portatori di folclore autentico. Il modo di cantare della gente di Rena Vecchia è melodico, sentimentale, alle volte tendente all'aritmia, più solistico che d'assieme, caratterizzato da una forte decorazione e da un continuo susseguirsi di melismi. Sulle origini del canto "a la renaiola" si fanno molte ipotesi; certo è solo che appartiene alla vasta area della musica popolare mediterranea ed è del tutto diverso da quello dei rioni adiacenti in cui prevalgono i caratteri della musica austriaca (andamento marziale, tendenza alla polivocalità, ecc).

A la "Madalena" - Antonio Freno - Chi vince la partita - E ti co' la barche-ta - Era una picola bavisela - La finta bataglia - La mia galina - Le babe de Rena Vecia - Neviga le montagne - O vaga fanciulla - Ogi un ano a Valle Longa - Quando el moreto - Spunta '1 sole - Tante stele - Tute 'ste noti - Tuti hanno il cuor contento - Va a l'ombra - Vado in giardin - Vieni, o bella, t'affaccia al balcone - Voglio 'ndare sull'alte montagne

TONI E GUERRINA PASTROVICCHIO

UNA FRESCA BAVISELA
Canzoni triestine
CD 08  

Una nonna all'antica, nel rammendare i pantaloni del nipote diciot¬tenne, rinviene in una tasca il biglietto di un'innamorata... Sul golfo s'abbatte un'improvvisa burrasca e per sei giovani in gita in barca non c'è via di scampo! Due suonatori ambulanti girano la città per raggranellare qualche soldino ma gli affari vanno male. È notte, la città è ormai addormentata, spira una lieve brezza e un pescatore si appresta ad affrontare il mare pensando alla sua bella... Nel CD troviamo canzoni popolarìssime come "Trieste mia" e "Marinaresca".

Bordizando col trabacolo - El torto de mia nona - Gigeta Lampo - La biancolina - La bora e '1 campanon - La giornata del zinque de marzo - La mia bela se ciama Sofia - La Ribos e Maffei - La tabachina - Le due lune - Marinaresca - Moretina, la sera xe bela - Ricordo - Serenata - Sonadori ambulanti - Trieste mia! - Vuoi che ti compri

I MUSICANTI (L. BAMBOSCHEK - F. PACCO - C. MOSER -
P. AMODIO - I. MARIN - G. SAMBUCCO)

REFOLI DE BORA
Canzoni triestine
CD 12 MC PC 12-4

Liliana Bamboschek, fondatrice, cantante e animatrice de "I Musicanti", il rinomato musicista Carlo Moser e gli altri componenti del gruppo si sono generosamente prodigati per offrire un disco piacevole, consono alla tradizione triestina. È questo il loro secondo CD. Come il primo ("Una fresca bavisela") contiene canzoni triestine prevalentemente d'autore, di vario genere: d'amore, di svago, attinenti alla cronaca cittadina ecc... C'è anche un canto popolare largamente diffuso in passato, ispirato a un feroce fatto di sangue realmente accaduto nel lontano 1880

A son de basi - Adio, Zitavecia - Amor che passa, no torna più - Canta San Giusto - El tran eletrico - Falische - Inverno moderno - La bora - La canzon dei fasoi - La De Col e la Pellizzari - La venderigola - Me devo maridar - No sta filar caligo - No steme tormentar - Trieste vecia

I MUSICANTI (L. BAMBOSCHEK - F. DEGRASSI - C. MOSER -
A. TURCO - P. AMODIO - I. MARIN - G. SAMBUCCO)

PIOVA E SOL
Canzoni triestine
CD 24  

Nelle canzoni triestine d'epoca si riflettono i colori di tutte le stagioni: sole, pioggia, neve e vento rendono la città ancora più bella. Romantiche storie d'amore si alternano a schizzi di vita popolare, a macchiette, a gustose parodie. Le vie di Trieste risuonano, come una volta, di gente allegra e canterina.

Piova e sol! (L. Crisan Crociato - E. Leban) - Neviga (E. Generini - G. Ballig) - Bona fortuna (F. Venezian - E. Luzzato) - Do gati sui copi (Popolare) - El principe indian (A. Cecchelin) - Tasi el vento (R. Cornet - U. Urbanis) - No ghe esisti che due gioie (F. Cavedali - G. Ballig) - Basime, basime! (N. N. - G. Gianfrè) - La ragazza del magazzino (Anonimo) - La sessolota (E. Borghi) - Molighe'l fu che'l svoli (Popolare) - L'amor xe un fluido (A. Parentin - G. Natti)

I MUSICANTI (L. BAMBOSCHEK - F. DEGRASSI - C. MOSER -
A. TURCO - P. AMODIO - G. SAMBUCCO - I. MARIN)

Per informazioni:

produzione RECORD
via A.Diaz 19
34124 TRIESTE

tel. (+39) 040304669

e-mail:

Scarica il catalogo completo! (2,26 MB)